Scritto da Domenica, 16 Ottobre 2016 - Pubblicato in Ortodonzia

 Elastodontic Therapy® – La cura dei pazienti in età evolutiva e non solo

Il paziente pedodontico rappresenta per molti ortodonzisti una sfida complessa che parte dalla gestione del piccolo all’interno dello studio per arrivare alla situazione di una dentatura in fase di passaggio da decidua a permanente. Cosa fare?

Frequentemente si rimanda l’inizio di una terapia alla comparsa degli elementi permanenti. In molti casi questo rappresenta un intervento tardivo che ha permesso l’instaurarsi di problemi sistemici; dalla cattiva respirazione alla difficoltà digestiva per una insufficiente masticazione del cibo, a dolenzie dell’articolazione temporo mandibolare fino ad arrivare a anomalie posturali. 

Personalmente ho studiato per più di otto anni queste situazioni e con riferimento alla teoria di Soulet-Besombes, la mastico terapia riflessa, con le conoscenze di ortodonzia intercettiva, analizzando altre metodiche quali ad esempio gli insegnamenti di Pedro Planas, ho messo a punto e testato un protocollo operativo cui ho dato il nome di  Elastodontic Therapy®. Partendo da una severa ed accurata diagnosi individuo la terapia, ne definisco i tempi e le modalità. Amo definire questa terapia mini-invasiva, in quanto rispetto i tempi e le necessità dei pazienti chiedendo l’applicazione del devices durante le ore di sonno nel periodi di picco di crescita e alternativamente una notte si ed una no nei periodi di crescita ridotta, lasciando che l’insieme della muscolatura e dalla struttura ossea guidino le basse forze applicate dal device alla realizzazione di uno spazio biologico che permetta la corretta eruzione degli elementi permanenti con gli adeguati spazi e soprattutto con la corretta masticazione. La grande soddisfazione che questa metodica permette, sta nella collaborazione che i giovani pazienti manifestano poco dopo la consegna del device. Una attenta indagine mi ha permesso di comprendere come questo semplice atto superi immediatamente il disconfort più o meno alto e più o meno conscio del paziente dovuto alla malocclusione. Una applicazione sicura, durevole nel tempo, con evidenza dei risultati positivi già a tre, quattro mesi dall’inizio, per una clientela che oggi non frequenta i nostri studi. I risultati che ho ottenuto sui miei pazienti, mi hanno indotto a rendere pubblica l’Elastodontic-Therapy® e a trasmetterla ai colleghi che ne sapranno apprezzare i vantaggi. Già nel 2015 grazie ai moderni strumenti che Academy of Dentistry mette a disposizione, è stato possibile rendere autonomi partecipanti che hanno seguito il mio percorso formativo. Oggi questi professionisti hanno un costante e progressivo aumento dei propri pazienti. 

Ripropongo anche quest’anno il percorso formativo con una piccola modifica dovuta in parte alla prima esperienza di formazione dello scorso anno ed in parte a nuove possibilità di trattamento di cui ho potuto constatare i risultati: una prima parte in cui imparerai a trattare casi semplici ed una seconda dedicata ai casi complessi. Di seguito il programma della sequenza del percorso formativo che ti permetterà di utilizzare una nuova tecnica che ancora pochissimi professionisti conoscono.

Elastodontic Therapy® – Base

Diagnosi e comunicazione 

La terapia funzionale precoce: indicazioni, limiti e nuovi protocolli 

Il paziente in crescita: concetti di crescita e sviluppo craniofacciale 

I vantaggi della rieducazione funzionale ortodontica nel bambino

Meccanismo di azione degli apparecchi funzionali e rapporti con la crescita cranio-facciale 

I dispositivi elastodontici: dal preformato all'individualizzato

Lo spazio elastodontico: obiettivo primario 

I dispositivi elastodontici per la rieducazione funzionale: modalità d’azione, durata della terapia, contenzione.

Come scegliere in modo razionale i diversi dispositivi elastodontici

Selezione del paziente, motivazione alla terapia e scelta del dispositivo

Presentazione dei casi clinici in dentizione decidua, mista e permanente

Discussione collegiale con il relatore dei casi proposti dai partecipanti 

(Si consiglia di portare modelli, radiografie foto di casi clinici trattati, in trattamento o che devono iniziare una terapia ortodontica.)

 

Elastodontic Therapy®– Avanzato

Terapia funzionale elastodontica: dal caso semplice al caso complesso

Gestione precoce della verticalità e dell'affollamento: il trattamento precoce del morso coperto e del morso aperto, timing per la correzione dell'overbite e dell'overjet 

Utilizzo dei dispositivi elastodontici in associazione con altre apparecchiature ortodontiche

Trattamento in due fasi in casi clinici precocissimi e nei casi a fine crescita

Work-flow in ortodonzia

Discussione collegiale con il relatore dei casi proposti dai partecipanti 

(Si consiglia di portare modelli, radiografie foto di casi clinici trattati, in trattamento o che devono iniziare una terapia ortodontica.) 

 

Sei già registrato in www.academyofdentistry.it? Sai che è gratuito? Non aspettare, potrai incontrare me e i miei colleghi che collaborano con Academy of Dentistry.

Vuoi ulteriori informazioni? Chiama la redazione di Academy of Dentistry: cell. 345 4013832 o scrivi a info@academyofdentistry.it

Scritto da Giovedì, 13 Ottobre 2016 - Pubblicato in Endodonzia

iEndo è un metodo di approccio pratico alle evoluzioni rapidissime dell’endodonzia. Il processo evolutivo dello strumentario endodontico infatti negli ultimi anni è stato velocissimo, le aziende hanno messo e ancora mettono in commercio giorno dopo giorno strumenti ed apparecchiature sempre più prestazionali. Li conosciamo tutti? Sappiamo come e quando inserirli nei nostri protocolli per ottenere il massimo beneficio?

Durante il corso si affrontano le tecniche endodontiche attraverso l’utilizzo di blocchetti di resina e denti estratti e queste parti pratiche potrai seguirle dal tuo studio perché Ti invieremo tutto il materiale necessario per il corso.

Le parti pratiche portano così il corsista ad eseguire diversi trattamenti, dai più semplici a quelli più complessi, avendo a disposizione tutte le apparecchiature più recenti per poter risolvere i vari casi di crescente difficoltà. 

Il percorso formativo che propongo ha lo scopo di mettere ogni partecipante nelle condizioni di provare nella pratica quanto il mercato offre seguendo le corrette indicazioni. Per poter agevolare i partecipanti ho scelto il metodo AoD (Academy of Dentistry) che ci permette di lavorare insieme a distanza, mediante l’utilizzo delle più moderne tecnologie. 3 ore al mese per 5 incontri durante i quali descrivo e applico ciò di cui ho parlato e successivamente ti seguo mentre ripeti l’esercitazione. Alla fine ci incontreremo fisicamente nel mio studio per una giornata, qui testeremo le attrezzature che non potremo inviarti durante il corso e per la discussione finale. Il programma concordato con Academy of Dentistry prevede prima di tutto che ci possa essere un mio tutoraggio 24 ore su 24 e che ti sia consegnato il materiale necessario alle esercitazioni affinché tutti siano nelle condizioni di lavoro ottimali. AoD metterà a disposizione dei partecipanti le registrazioni degli incontri e molto altro. Il metodo proposto da AoD mi piace perchè consente a tutti noi di ottimizzare i tempi ed i costi con risultati comprovati da altri percorsi formativi già messi in atto.

Il percorso attraverso cui vorrei condurti prevede questo programma: 

Diagnosi e indicazioni del trattamento endodontico: indicazioni e diagnosi endodontica – L’esame radiografico, l’uso dei centratori, la radiografia digitale - Video in diretta del relatore e prove pratiche dei corsisti: (è necessario l’aiuto di un collega o dell’assistente).

Isolamento e cavità d’accesso: tecniche semplici per l’applicazione della diga - La cavità d’accesso: metodica semplificata di apertura della camera pulpare - Discussione dei casi presentati dai corsisti.

Sagomatura con strumenti in acciaio e NI-TI: strumentazione manuale e meccanica - Gli strumenti al Nichel-Titanio di nuova generazione – Prove pratiche dei corsisti su denti estratti monoradicolari.

Cavità di accesso e sagomatura con strumenti in acciaio e Ni Ti: la cavità d’accesso e la sagomatura con strumenti al Nichel Titanio di nuova generazione - Prove pratiche dei corsisti su denti estratti pluriradicolari e complessi.

Detersione e otturazione del sistema dei canali radicolari: riepilogo delle tecniche di sagomatura, detersione ed otturazione trattate – Discussione e presentazione dei casi trattati dai corsisti nel corso dei precedenti incontri.

Otturazione del sistema dei canali radicolari: la tecnica di condensazione verticale a caldo della guttaperca secondo Schilder - L’otturazione tridimensionale con le diverse tecniche e sistematiche. – I sistemi cordless. 

Parte pratico su denti estratti e su paziente: dall’apertura della camera all’otturazione canalare con le diverse tecniche. – controllo radiografico dei denti trattati e discussione dei casi.

Sei registrato in www.academyofdentistry.it? Non aspettare, è gratis! Potrai incontrarmi con i colleghi che operano costantemente con AoD. 

Vai alla pagina Webinar, in Corsi on-line potrai facilmente scegliere di seguire il mio percorso formativo. Ti aspetto!!!

 

Mario Marrone

Scritto da Giovedì, 13 Ottobre 2016 - Pubblicato in Articoli

Come trattiamo questo elemento? Le scelte possono essere molte, tra queste la realizzazione di una ricostruzione indiretta adesiva.

Sulla base dei numerosi dati acquisiti mediante la ricerca, posso affermare che l’esecuzione di tali restauri è sicura e duratura. È implicita in questa affermazione, l’ottima conoscenza del protocollo operativo che partendo da una accurata diagnosi, prosegue con la preparazione della cavità secondo schemi ben precisi e la trasmissione di un’impronta di precisione all’odontotecnico che realizzerà il manufatto. Il protocollo avrà termine dopo la prova, con la cementazione adesiva che prevede la conoscenza e del rapporto ottimale tre materiali utilizzati per la realizzazione del manufatto ed i cementi, la preparazione del substrato dell’elemento dentale e la preparazione del manufatto stesso. 

Regole e protocolli che valgono anche per i manufatti realizzati alla poltrona con sistema cad-cam.

Nel mio studio e presso l’Università presso cui collaboro, l’applicazione di ricostruzioni indirette su denti vitali e devitali rappresenta oggi un’importante soluzione in molte situazioni permettendoci di prolungare anche oltre i 10 anni la vita dell’elemento dentale con piena soddisfazione del paziente.

Questo il principale motivo che mi ha spinto a proporre un percorso formativo tramite Academy of Dentistry con il metodo AoD, secondo questo programma: 

  1. Introduzione (in presenza)
    1. 2 ore presentazione delle modalità di lavoro, presentazione della piattaforma web, dell’aula virtuale e delle diverse funzioni. Settaggio e verifica funzionamento dei computer dei partecipanti 
    2. Utilizzo dei format di comunicazione: predisposizione della cartella clinica contenete RX e fotografie.
    3. Ricostruzioni indirette: quando, perché, come. 
    4. La vendita della terapia al paziente.
  2. La preparazione cavitaria semplice
    1. I controlli sulla struttura naturale
    2. I principi di forma e di profondità
    3. Gli strumenti ed il loro utilizzo
    4. Presentazione dei casi proposti dai partecipanti, discussione e scelta
  3. La preparazione cavitaria complessa
    1. Necessità e realizzazione di un build-up
    2. Rilevazione di impronta: i materiali e le modalità
    3. Indicazioni per l’odontotecnico
    4. Controllo delle preparazioni su modello in gesso del caso scelto e relative correzioni
  4. Le fasi di laboratorio
    1. Modello, isolamento, ceratura, ……
    2. Modello (o impronta), scansione, progettazione e realizzazione
  5. Fasi finali
    1. Prova del manufatto
    2. Condizionamento della cavità dentaria
    3. Condizionamento del manufatto
    4. Cementazione.
  6. Commenti finali (in presenza)
    1. Controllo dei casi portati a termine dai professionisti
    2. Dibattito sui risultati ottenuti.
    3. Pratica chair-side

Modalità di svolgimento

Giornate 1) e 6) in presenza (clinica Universitaria o studio)

Giornate 2),3), 4) e 5) via web con 1 ora di teoria e 2 ore di discussione

Vai alla pagina Webinar, in Corsi on-line potrai facilmente iscriverti al mio corso. Ti aspetto!!!

Se desideri maggiori dettagli puoi scrivermi in Commenti qui sotto.

Scritto da Mercoledì, 12 Ottobre 2016 - Pubblicato in Congressi

Desideriamo condividere con te il meccanismo di aggiornamento e informazione che applichiamo nei nostri incontri live. Il pensiero che ci ha condotti fino a qui è dettato dal profondo desiderio di offrire informazioni utili, libere da condizionamenti, con una modalità in grado di ridurre i costi ed i tempi di fermo studio. Per raggiungere questo scopo selezioniamo alcuni argomenti e creiamo un percorso che possa offrire un panorama completo: ad esempio se trattiamo endodonzia iniziamo con un autore che possa illustrare la situazione attuale con uno sguardo a 360° sulla materia mettendo ordine nei concetti e nei protocolli noti e meno noti. A questa serie di incontri in cui i partecipanti lavoreranno seguiti dal tutor, seguono una serie di approfondimenti di alcuni aspetti particolari attraverso live conferences, per riprendere poi una formazione vera e propria su argomenti specifici di crescente importanza quali il ritrattamento e la chirurgia endodontica. Alla programmazione degli argomenti segue la scelta e la formazione dei relatori. Ebbene sì, formiamo i relatori; ovviamente non sui contenuti, ma sulla nuova modalità di comunicazione che è prevista dal nostro metodo. Entriamo subito nel merito.

Abbiamo più volte detto che organizziamo incontri misti di sala e via web. In funzione dell’argomento iniziamo il corso con uno o due giorni presso lo studio del relatore o in università se disponibile. Qui per un’oretta ci prendiamo cura dei tuoi strumenti informatici guidandoti nel loro settaggio se necessario, ti indichiamo come accedere agli incontri live e come utilizzare le stanze virtuali, i veri strumenti di lavoro. Subito dopo lasciamo la parola al relatore che introduce l’argomento e fornisce le basi che permetteranno di lavorare nel proseguo della formazione accordandosi con i partecipanti sul caso da trattare, sulla cadenza e sulla durata degli incontri. A seguire gli incontri di live web che prevedono una prima parte di spiegazione ed una seconda di discussione del caso portato da ogni partecipante. Live per noi significa che tutti staff, relatori e partecipanti possono parlare o scrivere in chat, condividere il proprio video, entrare in web cam, attivare un software, in breve lavorare con il relatore. Alla fine ci ritroviamo nuovamente nello studio del relatore o in Università per la chiusura dei lavori.

La stanza virtuale, cuore del metodo, è uno spazio a cui i partecipanti possono accedere 24 ore su 24, in cui si trovano:

  1. un forum condizionato affinché tutti, staff e partecipanti, ricevano una e-mail che informa della pubblicazione al suo interno. Questo permette di condividere informazioni con i colleghi e lo staff, ma permette anche di raggiungere velocemente il relatore in caso di dubbi
  2. tutte le registrazioni degli incontri siano essi di sala, siano via web
  3. album fotografico: è lo spazio in cui i partecipanti inseriscono il proprio caso ed il progresso dello stesso incontro dopo incontro
  4. diario di bordo rappresenta un punto di raccolta di tutte le informazioni che ogni partecipante ha recepito come più importanti e da non dimenticare. Potremmo definirlo anche quaderno degli appunti condiviso. Questo strumento alla fine del percorso formativo sarà stampato per ognuno di voi.
  5. ultimo, ma non ultimo per importanza, è uno spazio in cui il relatore mette documentazione necessaria all’apprendimento

Se compariamo questo metodo con il classico apprendimento di sala, possiamo dire che il vantaggio più importante risiede nella disponibilità di un tutor 24 ore su 24 per tutta la durata del programma di formazione, a ciò si aggiunge la possibilità di vedere e rivedere le registrazioni di tutti gli incontri oltre all’efficacia della discussione durante tutti gli incontri sia di sala che via web.

Vuoi apprendere in modo completo e sicuro? Seguici! Oggi proponiamo formazione su: ricostruzioni indirette, percorso analogico e percorso digitale – endodonzia a 360° oggi – ortodonzia elastodontica – ortodonzia low friction.

Desideri ulteriori informazioni? Contattaci: info@academyofdentistry.it oppure 345/4013832

Scritto da Martedì, 11 Ottobre 2016 - Pubblicato in Congressi

?

E-learning è una modalità di formazione a distanza fruibile attraverso internet. é costituita da registrazioni strutturate per un apprendimento prograssivo. Uno o più relatori entrano nei dettagli di un argomento attraverso la descrizione verbale e una serie di slides e filmati. L’argomento viene suddiviso in capitoli alla fine del quale il partecipante trova una verifica dell’apprendimento. Tale verifica consente l’avanzamento o rimanda al capitolo precedente in funzione delle risposte fornite. È applicabile nel settore odontoiatrico ed offre alcuni vantaggi.

  1. Si può accedere alla formazione quando lo si desidera, per il tempo disponibile.
  2. I contenuti restano sempre a disposizione e possono essere visti e rivisti infinite volte.
  3. Tra un capitolo ed il successivo si incontrano test di apprendimento che permettono un’auto verifica della comprensione.
  4. Il costo della formazione si riduce.
  5. Disponibilità di un forum per poter contattare il relatore o, volendo, per confrontarsi con i colleghi che seguono lo stesso corso.
  6. È possibile ottenere credi formativi.

È di tuo interesse aggiornarti con questo strumento? Ti prego di fornirci un tuo commento in calce all’articolo, è un’informazione preziosa per poter migliorare sempre più il nostro servizio soddisfacendo le tue esigenze.