Scritto da Domenica, 09 Aprile 2017 - Pubblicato in Congressi

                    Per informazioni: segreteria@iapem.it  tel.: +39 351 1039386                                

Carissimi amici di AoD è un grande onore poter presentare l'abstract della relazione che il Prof. Tramonte terrà presso la sede del nostro partner IAPEM il 29 Aprile nell'ambito del programma realizzato per gli odontoiatri che desiderano ampliare le proprie conoscenze in merito all'estetica del volto. Siamo certi che sprete tutti dare il giusto valore a chi, con grande dedizione ha dato seguito alle proprie intuizioni studiando e sperimentando fino a permettere la restutuzio ad integrum della funzione e dell'estetica a pazienti con perdita di elementi dentali. Troviamoci tutti presso il certo IAPEM  il 29 Aprile.

I POSTESTRATTIVI A CARICO IMMEDIATO IN CASI ESTETICAMENTE DIFFICILI

Prima che fosse introdotto, consapevolmente ed intenzionalmente, in implantologia, verso la fine degli anni 50, dal Dott. Stefano Tramonte, progettando un impianto specifico, il carico immediato era la maggior causa d'insuccesso della maggior parte degli impianti che avevano un moncone emergente ma avevano il corpo vuoto perché l'osso lo riempisse guarendo. Anni dopo, rifiutando la logica del carico immediato e misconoscendone i successi, nacquero gli impianti sepolti.

L’implantologia era una scienza giovane che si dibatteva tra mille difficoltà la più sconfortante delle quali era la bassissima percentuale di successo che affliggeva i suoi interventi. Tra le cause di tali insuccessi figurava certamente il carico immediato, cui i primi impianti erano costretti senza peraltro essere in grado di sopportarlo convenientemente. C’erano due strade da percorrere per risolvere il problema: progettare un impianto che fosse in grado di reggere davvero il carico immediato, ed è quello che fece, nel 1959, il Dr. Tramonte, medico chirurgo odontoiatra; o progettare un impianto che lo evitasse totalmente fino al raggiungimento della guarigione e della maturazione ossea, ed è quello che fece, anni dopo,  il Dr. Branemark, ortopedico. 

Il resto, in tutti i sensi, è storia ormai nota.

 I primi tentativi organici e ragionati di postestrattivi a carico immediato risalgono all'italiano Manlio Formiggini, un decennio prima di Tramonte,  i cui successi furono peraltro piuttosto limitati. Ma l'implantologia emergente, o monolitica, continuò, sperimentando per questa via che prometteva grandi vantaggi per il paziente e grandi soddisfazioni per l'odontoiatra. I postestrattivi a carico immediato sono dunque una conquista ormai pluridecennale  ma non senza qualche limite. Uno di questi limiti era la resa estetica in casi particolarmente difficili o l'incapacità a soddisfare l'aspettativa, a volte irraggiungibile, del paziente.

 La tecnica che presento offre notevoli vantaggi sia per il paziente sia per l'odontoiatra. Il paziente si riappropria insperatamente di una parte di sé che credeva perduta con enormi vantaggi sul piano psicologico ed una grandissima soddisfazione personale. La sua immagine viene perfettamente ricostituita e questo è veramente l'unico modo per soddisfare appieno le aspettative del paziente,  che sono l'incognita finale di qualsiasi lavoro protesico e che comportano un lavoro di preparazione del paziente prima e di convinzione poi affinché accetti l'inevitabile: una protesi, che è si la soluzione di un problema, a volte grave, ma è una soluzione invasiva, è altro da sé. L'odontoiatra, oltre a disporre di uno straordinario mezzo risolutivo, dispone di una potentissima leva che gli permette di aumentare di molto il grado di affezione dei suoi pazienti.

Ho ideato questa tecnica applicando alcuni dei principi della Bioimplantologia e più precisamente il perseguimento del maggior risparmio biologico, il perseguimento di un nuovo concetto di estetica che si realizza attraverso il recupero delle strutture del paziente ed infine il perseguimento di un nuovo concetto di riabilitazione protesica dove l'impianto è visto come una protesi radicolare: il presupposto concettuale è che l'impianto non è più considerato come il mezzo che realizza una sostituzione globale dell'elemento perduto, ma una protesi radicolare per una corona biologica integra ma obbligata a seguire il destino di una radice condannata e non più recuperabile alla funzione.

IMPIANTI A CARICO IMMEDIATO IN CASI ANATOMICAMENTE DIFFICILI

Gli impianti  carico immediato monocorpo di scuola italiana offrono, tra altri vantaggi, quello di avere un corpo ed un’emergenza assai ridotti rispetto agli impianti a connessione protesica e la possibilità di sfruttare angoli d’inserzione anche molto accentuati pur conservando emergenze ridotte e la possibilità di posizionare il moncone a piacere. Per questo sono gli unici a permettere  di  risolvere in modo esteticamente valido anche casi in cui non ci sono opzioni implantologiche utilizzabili e l’unica possibilità sono soluzioni protesiche tradizionali: ponti tradizionali o maryland.

La possibilità di inserire impianti anche dove lo spazio residuo tra le radici lo rende impossibile per l’implantologia tradizionale consente la realizzazione di protesi fisse ad alta valenza estetica rispetto ai maryland o al maggior risparmio biologico rispetto ai ponti tradizionali.

Scritto da Mercoledì, 29 Marzo 2017 - Pubblicato in Congressi

Ho il piacere di comunicare un'importante iniziativa del nostro partner IAPEM, l'accademia internazionale di medicina estetica. Il forte impegno dell' accademia ha permesso di realizzare una serie di 6 giornate volte a legare l'estetica della bocca con l'estetica del volto. Il programma è estremamente impegnativo e tiene conto di tutte le specilità odontoiatriche che intervengono sull'estetica del paziente. I differenti temi saranno di volta in volta trattati da professionisti di altissimo profilo. Leggi di seguito gli argomenti delle deverse giornate e rivolgiti alla segreteria.IAPEM (segreteria@iapem.it)per dettagli e per l'iscrizione. AoD ti ricorderà i diversi appuntamenti pubblicando il programma dele giornate.

 

                                                          IAPEM Calendario

 

Scritto da Martedì, 31 Gennaio 2017 - Pubblicato in Ortodonzia

 

Terapia più efficiente con risultati di qualità superiore: più efficiente perchè agisce sulle componenti scheletriche e muscolari durante i periodi di crescita creando la situazione ottimale per il bilanciamento autonomo della masticazione. Il risultato è superiore per la mancanza di recidive.

Terapia confortevole: il morbido device in silicone da indossare solo la notte o in casi più gravi anche nelle ore di sonno pomeridiane,  non disturba il paziente anzi genera un immediata sensazione di superamento del disconfort dato dalla malocclusione.

Riduzione degli apparecchi ausiliari:  la terapia prevede nella maggior parte dei casi l'utilizzo del solo device, standard o individualizzato. Pochi sono i casi in cui necessita l'abbinamento con un apparecchio ausiliare come per esempio un espansore.

Riduzione del numero di appuntamenti: gli appuntamenti sono finalizzati al controllo della situazione che consiste nella verifica della efficacia dell'apparecchio rapportato a quanto questo viene indossato, Il materiale con cui sono realizzati i devices tende a modificare il proprio colore in base alle ore di utilizzo, permettendo quindi un facile controllo.

Riduzione dei casi estrattivi: l'elastodonzia tende a recuparare il rapporto ideale fra le arcate e, grazie all'azione prevalente sulla struttura scheletrica guidata dalla muscolatura, crea gli spazi necessari al riordino dalla masticazione completa.

Aumento dei casi da poter trattare: il numero di apparecchi che il mercato offre è estrememnte elevato. Questi si distinguono per resistenza del silicone, per forza di azione, possono essere aperti o chiusi e se gli standard non dovessero essere sufficienti, possono essere individualizzati. Tutto questo è ciò che garantisce di poter trovare sempre il device giusto per la terapia necessaria a quello specifico paziente.

Trattamenti stabili nel tempo: come detto, il principio fondamentale della terapia elastodontica consiste nel lavoro svolto a livello scheletrico-muscolare durante i picchi di crescita. Ciò fa si che si operi sulle fondamenta della masticazione senza intervenire sulla porzione ligamentosa degli elementi. Ciò e garanzia della stabilità nel tempo del risultato finale.

Lunedì 18 Febbraio ti aspetto a MIlano per illustrarti in modo approfondito il concetto e le modalità applicative di questa fantastica tecnica che ogni giorno mi permette di vedere un gran numero di piccoli pazienti e di genitori felici.Registrati gratutitamente nel portale e iscriviti subito alla giornata, ci sono soalmente 25 posti disponibili. 

Scritto da Lunedì, 30 Gennaio 2017 - Pubblicato in Ortodonzia

L'elastodontic Therapy riassunta in due sole immagini. Il Dr Filippo Cardarelli ti aspetta a Milano il giorno 18 Febbraio per un incontro teorico in cui ti spiegherà in dettaglio il meccanismo d'azione di questa teapia. Per maggiori dettagli resta nel portale e vai alla sessione "webinar" dove troverai il calendario di tutti gli incontri, cliccando sul titolo potrai accedere alle informazioni ed acquistare il corso.

Scritto da Venerdì, 27 Gennaio 2017 - Pubblicato in Congressi

Benvenuto nel programma di aggiornamento 2019 di Academy of Dentistry. Quest'anno ti proponiamo un intenso programma di video-registrazioni e di corsi FAD. Potrai scegliere se seguire le serate o le giornate culturali organizzate da alcune  ANDI provinciali oppure se sguire i corsi di formazione FAD che ti permetteranno di acquisire crediti ECM. iI programma esposto sarà aggiornato periodicamente con nuove video-registrazioni e nuovi corsi FAD, 

Ricordiamo che l'accesso è riservato alle singole categorie di professionisti abilitati tramite l'iscrizione in Academy of Dentistry.

 

Calendario AoD  2019          
             
VIDEO-REISTRAZIONI          
         
         
             
AUTORE TITOLO CATEGORIA TRAILER DATA ECM

Prof Dino Re

Dr Andrea Borgonovo

Dubbio Clinico: manifestazione di insicurezza o consapevolezza della versatilità della vastità della conoscenza Chirurgia WEB dal 15 Febbraio al 31 Settembre 150,00 3
Dr. N. Barabanti La cementazione adesiva. Protocolli clinici per materiali innovativi eLearning  WEB  dal 15 Febbraio al 31 Settembre  150,00  3
Dr. F. Cardarelli Elastodontic therapy - la terapia per pazienti in età evolutiva eLearning  WEB  dal 15 Febbraio al 31 Settembre  150,00
Dr. M. Marrone iEndo: come evitare alcuni degli errori più frequenti in endodonzia eLearning  WEB  dal 15 Febbraio al 31 Settembre  150,00  3
Dr F. Cardrelli Elastodontic therapy - la terapia per pazienti in età evolutiva Teorico Milano 18-feb 190,00 7
Dr. M. Marrone iEndo: come evitare alcuni degli errori più frequenti in endodonzia Teorico Milano 04-mar 190,00 7
Dr. P.A. Acquaviva Il restauro diretto nei settori anteriore e posteriore:indicazioni e tecniche Teorico Milano  11 Marzo   190,00  7
Dr. M. Marrone iEndo: come evitare alcuni degli errori più frequenti in endodonzia Teorico Milano 01-apr 190,00 7
Dr. N. Barabanti La cementazione adesiva. Protocolli clinici per materiali innovativi Teorico Milano  15 Aprile  190,00
Dr. F. Cardarelli Elastodontic therapy - la terapia per pazienti in età evolutiva Teorico Milano 22-apr 190,00 7
Dr. P.A. Acquaviva Il restauro diretto nei settori anteriore e posteriore:indicazioni e tecniche Teorico Milano 20-mag 190,00 7
Dr. M. Marrone iEndo: la pratica dalla diagnosi all'otturazione in endodonzia Teorico - pratico Palermo 05 e 06 Maggio  400,00 15
Dr. N. Barabanti La cementazione adesiva. Protocolli clinici per materiali innovativi Teorico Milano 10-giu 190,00 7
Dr. M. Marrone iEndo: la pratica dalla diagnosi all'otturazione in endodonzia Blended Palermo Dal 23 Giugno al 30 Settembre  1.500,00 35
Dr. F. Cardarelli Elastodontic therapy - la terapia per pazienti in età evolutiva Teorico Milano 01-lug  190,00 7
Dr. N. Barabanti La cementazione adesiva. Protocolli clinici per materiali innovativi Teorico - pratico Brescia 21 e 22 Luglio  400,00 15
Dr. P.A. Acquaviva Il restauro diretto nei settori anteriore e posteriore:indicazioni e tecniche Teorico - pratico Brescia 08 e 09 Settembre  400,00 15 
Dr. F. Cardarelli Elastodontic therapy - la terapia per pazienti in età evolutiva Teorico - pratico Isernia  15 e 16 Settembre  400,00 15 
Dr. N. Barabanti La cementazione adesiva. Protocolli clinici per materiali innovativi Blended  Brescia  Dal 06 Ottobre al 02 Dicembre  1.500,00  35
Dr. F. Cardarelli Elastodontic therapy - la terapia per pazienti in età evolutiva Blended  Isernia  Dal 13 Ottobre al 19 Gennaio 2018 1.500,00   35
Dr. P.A. Acquaviva La cementazione adesiva. Protocolli clinici per materiali innovativi   Blended Brescia Dal 20 Ottobre al 26 Gennaio 2018 1.500,00 35