Scritto da Giovedì, 12 Marzo 2020 - Pubblicato in Ortodonzia

Cari colleghi il brutto momento che stiamo vivendo non deve assolutamente distogliere l’attenzione dalla crescita professionale e dalla formazione che sappiano essere l’unico rimedio per poter ripartire meglio di prima .

Durante i corsi sostengo sempre che siamo di fronte ad un grande cambiamento del mondo , dell’uomo , dei nostri pazienti e delle patologie che interessano il corpo umano e la bocca . Ho pensato che in questi giorni in cui abbiamo tempo maggiore da dedicarci può essere per Noi utile ritrovarci per un ora in una stanza virtuale tramite Webinar  per condividere problematiche su casi clinici e sull’ Elastodontic Therapy con apparecchi AMCOP .

L’incontro gratuito è aperto ai colleghi che hanno frequentato in precedenza i corsi ma anche a chi vuole avere un primo approccio alla tecnica .

Per accedere chiadiamo di inserire nome, cognome e indirizzo mail nei commenti sottostanti; risponderemo con una mail contenete l link diretto alla stanza virtuale. Il primo incontro di 1 ora inizierà il giorno 23 marzo c:a. alle ore 12,30

Scritto da Lunedì, 25 Settembre 2017 - Pubblicato in Ortodonzia

Abbiamo spesso parlato di Ortodonzia introducendo nuovi temi e nuovi protocolli. Oggi vogliamo darvi indicazione di una metodica di allineamento con un doppio allineatore sequenziale, a spessore variabile, per ogni movimento e di un prezioso servizio tutto italiano in grado di risolvere, in modo accurato, la maggior parte dei casi che necessitano di un allineamento degli elementi dentali. E' sempre più frequente la richiesta di raggiungere un'estetica del sorriso soddisfacente, con apparechi invisibili, a queste richieste risponde: "Sorridi - l'ortodonzia invisibile per un sorriso perfetto".  Il prezioso servizio che Sorridi ti offre, è un percorso che inizia da qui, con un breve video-corso base diviso in 4 sezioni, per presentarvi il protocollo e le differenze di questo sistema con altri presenti sul mercato:

  1. Introduzione. Cenni storici, implementazioni biomeccaniche e differenze con i più comuni sistemi a monomascherina (6')
  2. I servizi. Come accedere a servizi e protocollo sorridi (9')
  3. Lo stripping. Modalità, tecnica e indicazioni(5')
  4. Tecnica Divot  biomeccanica Divot ,Conclusioni e bibliografia  (6')

Prossimamente saranno pubblicati casi, articoli clinici, e tanto altro. Ti terremo informato costantemente.

Sei curioso, hai delle domande, vuoi approfondire l'argomento già ora? puoi contattare Sorridi - info@allineatorisorridi.com - 800 031630

Scritto da Martedì, 31 Gennaio 2017 - Pubblicato in Ortodonzia

 

Terapia più efficiente con risultati di qualità superiore: più efficiente perchè agisce sulle componenti scheletriche e muscolari durante i periodi di crescita creando la situazione ottimale per il bilanciamento autonomo della masticazione. Il risultato è superiore per la mancanza di recidive.

Terapia confortevole: il morbido device in silicone da indossare solo la notte o in casi più gravi anche nelle ore di sonno pomeridiane,  non disturba il paziente anzi genera un immediata sensazione di superamento del disconfort dato dalla malocclusione.

Riduzione degli apparecchi ausiliari:  la terapia prevede nella maggior parte dei casi l'utilizzo del solo device, standard o individualizzato. Pochi sono i casi in cui necessita l'abbinamento con un apparecchio ausiliare come per esempio un espansore.

Riduzione del numero di appuntamenti: gli appuntamenti sono finalizzati al controllo della situazione che consiste nella verifica della efficacia dell'apparecchio rapportato a quanto questo viene indossato, Il materiale con cui sono realizzati i devices tende a modificare il proprio colore in base alle ore di utilizzo, permettendo quindi un facile controllo.

Riduzione dei casi estrattivi: l'elastodonzia tende a recuparare il rapporto ideale fra le arcate e, grazie all'azione prevalente sulla struttura scheletrica guidata dalla muscolatura, crea gli spazi necessari al riordino dalla masticazione completa.

Aumento dei casi da poter trattare: il numero di apparecchi che il mercato offre è estrememnte elevato. Questi si distinguono per resistenza del silicone, per forza di azione, possono essere aperti o chiusi e se gli standard non dovessero essere sufficienti, possono essere individualizzati. Tutto questo è ciò che garantisce di poter trovare sempre il device giusto per la terapia necessaria a quello specifico paziente.

Trattamenti stabili nel tempo: come detto, il principio fondamentale della terapia elastodontica consiste nel lavoro svolto a livello scheletrico-muscolare durante i picchi di crescita. Ciò fa si che si operi sulle fondamenta della masticazione senza intervenire sulla porzione ligamentosa degli elementi. Ciò e garanzia della stabilità nel tempo del risultato finale.

Lunedì 18 Febbraio ti aspetto a MIlano per illustrarti in modo approfondito il concetto e le modalità applicative di questa fantastica tecnica che ogni giorno mi permette di vedere un gran numero di piccoli pazienti e di genitori felici.Registrati gratutitamente nel portale e iscriviti subito alla giornata, ci sono soalmente 25 posti disponibili. 

Scritto da Lunedì, 30 Gennaio 2017 - Pubblicato in Ortodonzia

L'elastodontic Therapy riassunta in due sole immagini. Il Dr Filippo Cardarelli ti aspetta a Milano il giorno 18 Febbraio per un incontro teorico in cui ti spiegherà in dettaglio il meccanismo d'azione di questa teapia. Per maggiori dettagli resta nel portale e vai alla sessione "webinar" dove troverai il calendario di tutti gli incontri, cliccando sul titolo potrai accedere alle informazioni ed acquistare il corso.

Scritto da Domenica, 16 Ottobre 2016 - Pubblicato in Ortodonzia

 Elastodontic Therapy® – La cura dei pazienti in età evolutiva e non solo

Il paziente pedodontico rappresenta per molti ortodonzisti una sfida complessa che parte dalla gestione del piccolo all’interno dello studio per arrivare alla situazione di una dentatura in fase di passaggio da decidua a permanente. Cosa fare?

Frequentemente si rimanda l’inizio di una terapia alla comparsa degli elementi permanenti. In molti casi questo rappresenta un intervento tardivo che ha permesso l’instaurarsi di problemi sistemici; dalla cattiva respirazione alla difficoltà digestiva per una insufficiente masticazione del cibo, a dolenzie dell’articolazione temporo mandibolare fino ad arrivare a anomalie posturali. 

Personalmente ho studiato per più di otto anni queste situazioni e con riferimento alla teoria di Soulet-Besombes, la mastico terapia riflessa, con le conoscenze di ortodonzia intercettiva, analizzando altre metodiche quali ad esempio gli insegnamenti di Pedro Planas, ho messo a punto e testato un protocollo operativo cui ho dato il nome di  Elastodontic Therapy®. Partendo da una severa ed accurata diagnosi individuo la terapia, ne definisco i tempi e le modalità. Amo definire questa terapia mini-invasiva, in quanto rispetto i tempi e le necessità dei pazienti chiedendo l’applicazione del devices durante le ore di sonno nel periodi di picco di crescita e alternativamente una notte si ed una no nei periodi di crescita ridotta, lasciando che l’insieme della muscolatura e dalla struttura ossea guidino le basse forze applicate dal device alla realizzazione di uno spazio biologico che permetta la corretta eruzione degli elementi permanenti con gli adeguati spazi e soprattutto con la corretta masticazione. La grande soddisfazione che questa metodica permette, sta nella collaborazione che i giovani pazienti manifestano poco dopo la consegna del device. Una attenta indagine mi ha permesso di comprendere come questo semplice atto superi immediatamente il disconfort più o meno alto e più o meno conscio del paziente dovuto alla malocclusione. Una applicazione sicura, durevole nel tempo, con evidenza dei risultati positivi già a tre, quattro mesi dall’inizio, per una clientela che oggi non frequenta i nostri studi. I risultati che ho ottenuto sui miei pazienti, mi hanno indotto a rendere pubblica l’Elastodontic-Therapy® e a trasmetterla ai colleghi che ne sapranno apprezzare i vantaggi. Già nel 2015 grazie ai moderni strumenti che Academy of Dentistry mette a disposizione, è stato possibile rendere autonomi partecipanti che hanno seguito il mio percorso formativo. Oggi questi professionisti hanno un costante e progressivo aumento dei propri pazienti. 

Ripropongo anche quest’anno il percorso formativo con una piccola modifica dovuta in parte alla prima esperienza di formazione dello scorso anno ed in parte a nuove possibilità di trattamento di cui ho potuto constatare i risultati: una prima parte in cui imparerai a trattare casi semplici ed una seconda dedicata ai casi complessi. Di seguito il programma della sequenza del percorso formativo che ti permetterà di utilizzare una nuova tecnica che ancora pochissimi professionisti conoscono.

Elastodontic Therapy® – Base

Diagnosi e comunicazione 

La terapia funzionale precoce: indicazioni, limiti e nuovi protocolli 

Il paziente in crescita: concetti di crescita e sviluppo craniofacciale 

I vantaggi della rieducazione funzionale ortodontica nel bambino

Meccanismo di azione degli apparecchi funzionali e rapporti con la crescita cranio-facciale 

I dispositivi elastodontici: dal preformato all'individualizzato

Lo spazio elastodontico: obiettivo primario 

I dispositivi elastodontici per la rieducazione funzionale: modalità d’azione, durata della terapia, contenzione.

Come scegliere in modo razionale i diversi dispositivi elastodontici

Selezione del paziente, motivazione alla terapia e scelta del dispositivo

Presentazione dei casi clinici in dentizione decidua, mista e permanente

Discussione collegiale con il relatore dei casi proposti dai partecipanti 

(Si consiglia di portare modelli, radiografie foto di casi clinici trattati, in trattamento o che devono iniziare una terapia ortodontica.)

 

Elastodontic Therapy®– Avanzato

Terapia funzionale elastodontica: dal caso semplice al caso complesso

Gestione precoce della verticalità e dell'affollamento: il trattamento precoce del morso coperto e del morso aperto, timing per la correzione dell'overbite e dell'overjet 

Utilizzo dei dispositivi elastodontici in associazione con altre apparecchiature ortodontiche

Trattamento in due fasi in casi clinici precocissimi e nei casi a fine crescita

Work-flow in ortodonzia

Discussione collegiale con il relatore dei casi proposti dai partecipanti 

(Si consiglia di portare modelli, radiografie foto di casi clinici trattati, in trattamento o che devono iniziare una terapia ortodontica.) 

 

Sei già registrato in www.academyofdentistry.it? Sai che è gratuito? Non aspettare, potrai incontrare me e i miei colleghi che collaborano con Academy of Dentistry.

Vuoi ulteriori informazioni? Chiama la redazione di Academy of Dentistry: cell. 345 4013832 o scrivi a info@academyofdentistry.it